giovedì 14 luglio 2016

Recensione: "Io prima di te" di Jojo Moyes

Ciao readers,
oggi voglio parlarvi di un libro che ho letto da non molto tempo. Si tratta di "Io prima di te". Sono sicura che anche se non lo avete ancora letto sicuramente ne avrete già sentito parlare. Il romanzo porta la firma della scrittrice inglese Jojo Moyes e da qualche mese a questa parte è uscito nelle sale cinematografiche straniere il film tratto da questo acclamato bestseller. Il primo settembre la tanto attesa trasposizione cinematografica arriverà anche nei cinema italiani.
Ma ora veniamo al libro...

Titolo: Io prima di te
Autore: Jojo Moyes
Editore: Mondadori
Data (prima pubblicazione): 5 gennaio 2012
Pagine: 391
Prezzo: 13,00

Sinossi: A ventisei anni, Louisa Clark sa tante cose. Sa esattamente quanti passi ci sono tra la fermata dell'autobus e casa sua. Sa che le piace fare la cameriera in un locale senza troppe pretese nella piccola località turistica dove è nata e da cui non si è mai mossa, e probabilmente, nel profondo del suo cuore, sa anche di non essere davvero innamorata di Patrick, il ragazzo con cui è fidanzata da quasi sette anni. Quello che invece ignora è che sta per perdere il lavoro e che, per la prima volta, tutte le sue certezze saranno messe in discussione. A trentacinque anni, Will Traynor sa che il terribile incidente di cui è rimasto vittima gli ha tolto la voglia di vivere. Sa che niente può più essere come prima, e sa esattamente come porre fine a questa sofferenza. Quello che invece ignora è che Lou sta per irrompere prepotentemente nella sua vita portando con sé un'esplosione di giovinezza, stravaganza e abiti variopinti. E nessuno dei due sa che sta per cambiare l'altro per sempre. "Io prima di te" è la storia di un incontro. L'incontro fra una ragazza che ha scelto di vivere in un mondo piccolo, sicuro, senza sorprese e senza rischi, e un uomo che ha conosciuto il successo, la ricchezza e la felicità, e all'improvviso li ha visti dissolversi, ritrovandosi inchiodato su una sedia a rotelle. Due persone profondamente diverse, che imparano a conoscersi senza però rinunciare a se stesse, insegnando l'una all'altra a mettersi in gioco.

Recensione:
Io prima di te è la storia di Louisa Clark, un'esuberante ventisettenne, e Will Traynor, trentacinquenne tetraplegico, ex banchiere di successo, costretto a passare il resto della sua vita su una sedia a rotelle, a causa di un tremendo incidente.
Louisa vive ancora con i genitori ed è fidanzata da sette anni con Patrick, in più ha un lavoro stabile che permette a lei e alla sua famiglia di mantenersi... cos'altro avrebbe potuto desiderare? Una vita con poche ma solide certezze era ciò a cui da sempre ambiva e che credeva le sarebbe bastato... questo almeno finchè non ha conosciuto Will.
I due si incontrano per "motivi lavorativi", Louisa viene assunta come badante di Will. Inizialmente il ragazzo si mostra scontroso e irriverente nei suoi confronti... in più non perde occasione per manifestare esplicitamente il suo disappunto nell'averla continuamente tra i piedi.
Ma la verità è che la ragazza poterà nella vita di quest'uomo un'arcobaleno di colori... colori che rappresentano le molteplici sfumature della felicità, del brio, della gioia, e più in generale della vita.
Louisa Clark sarà per Will come un tiepido sole dopo la più burrascosa delle tempeste.


Will è pienamente consapevole che la sua presenza  lo sta aiutando molto, è la prima volta dopo anni che non riesce a trascinare qualcuno nel suo baratro di dolore ma piuttosto in qualche strano modo sarà questa donna che lo farà riemergere a galla, per un po' gli farà dimenticare sofferenza e oppressione. Con le sue gite fuori porta Louisa si impegnerà al massimo affinchè Will possa vivere nuovamente esperienze indimenticabili.
Immancabilmente i due si innamorano, ma questo non basterà. Will ha idee molto chiare, le ha sempre avute... da quel giorno dell'incidente, due anni fa.

Non mi piace fare spoiler ed infatti non voglio rivelarvi nulla sul finale ma non vi negherò che avevo intuito come sarebbe andata a finire prima ancora di avvicinarmi agli ultimi capitoli. Ho sperato con tutta me stessa che potesse essere diverso, ma non è stato così. Ciò farà forse storcere il naso agli amanti del lieto fine ma io penso che questo sia stato un giusto finale...
A volte c'è bisogno di un po' di drammaticità per comprendere a pieno ciò che si vive e  questo finale ne è la prova inconfutabile.
Ho letto di molte persone che non lo hanno apprezzato perchè avrebbero voluto che la storia andasse diversamente, ma ne ho letto di altrettante che non si sono concentrate solo sulla crudele freddezza delle ultime pagine ma hanno riflettuto sul libro nel suo complesso.
C'è dell'incredibile in questa storia... due sconosciuti che imparano ad amarsi, di un amore più unico che raro, un amore che va oltre quella che potrebbe essere attrazione fisica, un amore che non si nutre di baci e carezze ma che si alimenta con un'attenta curiosità reciproca e la costante paura di potersi perdere da un momento all'altro.  C'è qualcosa che spinge Will ad aprirsi con Lou, ed è bello quanto lui  faccia per incitarla a vivere. Quante volte hanno battibeccato sulla monotonia della vita di Louisa?
"Clark,
 Per qualche tempo ti sentirai a disagio nel tuo nuovo mondo. Ci si sente sempre disorientati quando si viene sbalzati fuori dal proprio angolino rassicurante. Ma spero che tu sia anche un po’ elettrizzata. Il tuo viso quando sei tornata dall’immersione mi ha detto tutto: c’è fame in te, Clark. C’è audacia. L’hai soltanto sepolta, come fa gran parte della gente. Non ti sto dicendo di buttarti da un grattacielo o di nuotare con le balene o cose di questo genere  ma di sfidare la vita. Metticela tutta. Non adagiarti. Indossa quelle calze a righe con orgoglio. E se proprio insisti a volerti sistemare con qualche tizio strampalato, assicurati di mettere in serbo un po’ di questa vitalità. Non pensare a me troppo spesso. Non voglio pensarti in un mare di lacrime. Vivi bene.
Semplicemente, vivi."
Capisco che sia difficile accettare la scelta di Will, ma allo stesso tempo credo che dovrebbe essere perfettamente comprensibile. Lui, un tempo era un uomo molto dinamico, amante delle avventure e del rischio, ma non solo... lui amava la vita! Come può ora anche solo pensare di  ignorare il fatto che non possa più muoversi e  che senza aiuti non sia più in grado di compiere neanche i gesti appartenenti ad una banale quotidianità?

Accade qualcosa quando leggi un libro così, non si può essere totalmente indifferenti. Vivere la propria esistenza  al pieno delle forze è una delle cose più importanti che si possano fare, vivere cogliendo l'attimo... le opportunità che la vita ogni giorno ci presenta, perchè arriverà un momento in cui queste opportunità non le avremo più e allora sarà molto difficile tornare indietro, il più delle volte impossibile e saremo costretti a compiere delle scelte che non avremmo mai voluto affrontare ma che saranno inevitabili... perchè a volte neanche un sentimento forte quanto l'amore può essere sufficiente...

Consiglio la lettura di questo romanzo a chiunque! Qualsiasi età abbiate purchè lo leggiate facendo un'attenta analisi del complesso... non concentratevi solo sul finale ma cercate di comprendere gli innumerevoli significati che l'autrice ha voluto trasmettere!


Potete trovare il romanzo qui.

24 commenti:

  1. Recensione molto profonda e accurata. Hai fatto un bellissimo lavoro, brava♥

    RispondiElimina
  2. Bellissima recensione!! A me è piaciuto tantissimo questo libro, credo che sia uno dei miei preferiti di quest'anno! :3 <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione, anch'io l'ho trovato meraviglioso e ho sentito che anche il film sarà spettacolare! Non vedo l'ora di vederlo *-*

      Elimina
  3. Ciao Carmela, mi chiamo Rosa e sono una tua nuova followers! Mi sono unita ai tuoi lettori fissi come Incanto dei Libri e inserito i tuo blog nella mia pagina delle affiliazioni tre i blog che seguo.Della Moyes ho letto solo La ragazza che hai lasciato e Una più uno, questo mi manca! Io prima di te è il suo libro di maggiore successo e la tua recensione mi convince sempre di più di doverlo leggere, mi frena solo la triste storia ... Se ti va di passare da me mi trovi qui: www.incantodeilibri.blogspot.it
    A presto, Rosa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Rosa, passo subito a dare un'occhiata al tuo blog e ricambio l'iscrizione. La storia indubbiamente è triste, come hai detto, ma ti assicuro che ne vale la pena!

      Elimina
  4. Conosco più o meno la storia, ma non ho ancora letto il libro.. In realtà sto aspettando il film, che mi ha emozionato già dal trailer di pochi minuti, quindi non oso immaginare quanto dev'essere bello il libro, che comunque più avanti leggerò.. Mi è piaciuta la tua recensione e penso tu abbia ragione, ci sono finali tristi ma inevitabili, perché la vita non è sempre allegra, anzi lo è poche volte, soprattutto quando si tratta di malattie.. Mi hai trasmesso molto nella tua recensione e spero che il film e il libro mi portino a soffermarmi su alcuni aspetti della vita e soprattutto spero mi diano delle emozioni forti..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Denise, sul fatto che il libro abbia tanto da trasmettere, ormai non ho alcun dubbio...per quanto riguarda il film staremo a vedere. Tuttavia ho letto delle recensioni di persone straniere che hanno avuto già l'opportunità di vederlo e i pareri sono tutti molto positivi. Parlano di un film in grado di commuovere anche i cuori "più gelidi", quindi sono più che convinta che le nostre grandi aspettative verranno soddisfatte a pieno!

      Elimina
  5. Mi piace davvero molto come recensisci!

    RispondiElimina
  6. Buongiorno! Eccomi qua, io sono una di quelle che di questo libro ha sempre sentito parlare ma non l'ha ancora letto... purtroppo la trama mi blocca, mi sento troppo toccata dall'argomento e non ancora pronta ad affrontarlo. Comunque ne sto leggendo un gran bene, piace a persone molto diverse tra loro e questo significa che dev'essere un libro davvero molto valido...
    Sono nuova nel tuo spazio e ti faccio i complimenti, la grafica è molto elegante e lineare e le tue recensioni interessanti e appassionate... a rileggerci presto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Eva, ti capisco perfettamente. Gli argomenti che tratta questo romanzo sono estremamente delicati e come hai detto tu, in qualche modo bisogna sentirsi "pronti" per comprenderlo a pieno.
      Grazie per i complimenti riguardanti il blog, passo a dare un'occhiata molto volentieri al tuo angolino e ricambio l'iscrizione. ;)

      Elimina
  7. Ciao Carmela, mi hanno parlato di questo libro e l'ho messo in elenco, ma la lista si allunga ogni giorno di più e diventa difficile mantenere un ordine.
    Ho letto con interesse la tua recensione e condivido pienamente. Ci sono finali forzati, che tolgono senso alla storia. Un finale triste, che fa riflettere e lascia sensazioni forti, a volte può essere più importante di un lieto fine. Grazie per la tua recensione! Sono anche io una blogger. Se ti fa piacere vedere quello che scrivo, il mio blog è Leggo Rosa. Il link è questo: http://leggorosa.blogspot.it/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Licia, grazie a te per averla letta!Mi fa piacere che tu abbia lasciato il tuo link, sarò molto felice di dare un'occhiata...ora leggo qualcosa e mi iscrivo volentieri. :)

      Elimina
  8. Ciao Carmela, questo libro mi ha colpita profondamente e lasciato un senso di intontimento per parecchi giorni dopo la fine della lettura. La storia mi ha segnata e dei personaggi mi sono innamorata come è successo un po' a tutte. La tua recensione è splendida per cui non aggiungo altri commenti che risulterebbero superflui. Sappi che sei talmente accurata, esauriente ed obiettiva nella tua descrizione che se non lo avessi letto lo farei immediatamente! In fondo mi è bastato molto meno per correre in libreria ed acquistarlo: la pubblicazione di una pagina da parte di un'amica. Mi sono fidata e non ho esitato. Non finirò mai di ringraziarla !! Complimenti vivissimi Carmela per la tua passione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Donatella, grazie per i complimenti! Quando leggo commenti come il tuo non posso che essere felice; il mio scopo con questo blog era quello di poter condividere le mie più sincere opinioni e idee su ciò che leggo, e mi fa piacere che voi le troviate interessanti. :)

      Elimina
  9. buongiorno,fantastica recensione. Ho già letto da un pò questo libro e sto aspettando con ansia il film per vedere se mi farà piangere come il libro. Sono D'accordo con te sul non doversi soffermare sul finale ma su tutto l'insieme che è una cosa stupenda. Da poco anch'io ho aperto un blog se ti va di passare a leggere qualcosina mi farebbe piacere! Intanto mi iscrivo con piacere :) https://ilblogdiunalettriceaccanita.wordpress.com/?iframe=true&theme_preview=true

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, sono sicura che anche il film ci farà versare fiumi di lacrime!
      Ps. Passo con molto piacere sul tuo blog e ricambio l'iscrizione. :)

      Elimina
  10. Ciao, ho amato questo libro!
    Leggerai anche il seguito?

    Mi sono unita ai tuoi lettori fissi!
    Ti aspetto nel mio blog se ti va Lettrice di Libri

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, sicuramente leggerò anche il seguito ma non so quando lo farò. Intanto ti ringrazio per avermi lasciato il link del tuo blog, sono già una tua lettrice fissa. :)

      Elimina
    2. Ciao, sicuramente leggerò anche il seguito ma non so quando lo farò. Intanto ti ringrazio per avermi lasciato il link del tuo blog, sono già una tua lettrice fissa. :)

      Elimina
  11. QUanto ho amato questo libro!
    Anche il film l'ho apprezzato molto, e molto bella la tua recensione

    RispondiElimina
  12. Anche io come penso tutto il mondo, ho amato questo libro! Mi piace la tua descrizione di Will e sono d'accordo che ogni tanto sono le cose più brutte (necessarie) a farci aprire gli occhi difronte alla realtà!
    Ti consiglio di leggere anche "Dopo di te" , io personalmente lo preferisco al primo libro! Se riesci a fare un salto sul mio blog, magari riesci a farti un'idea e vedere un punto di vista diverso rispetto alle critiche su questo ultimo libro della Moyes. Ti aspetto baci :) https://mandorlibri.blogspot.it/?m=0

    RispondiElimina
  13. E' uno dei libri più belli che ho letto in questo 2016! Una storia ricca di umanità e dignità!
    P.S. Mi sono appena iscritta ai lettori fissi! :)

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...